8 motivi per fare l’agente funebre

Per tanti anni quella della professione di agente funebre non è mai stata una vera e propria scelta personale, bensì una sorta di sostanziale passaggio generazionale di tale attività. Insomma, la verità è che oggi molti professionisti affermati nel settore delle pompe funebri si sono ritrovati tali solamente per “dovere” nei confronti della propria famiglia. D’altronde, non sfugge il fatto che la maggior parte delle imprese funebri siano a tutti gli effetti multigenerazionali e a conduzione familiare.

Ora, però, le cose sono cambiate.

Sono infatti sempre di più le persone che scelgono attivamente la professione funebre come lavoro dei propri sogni e, se stai leggendo queste righe, è forse perché stai già svolgendo un ruolo da agente funebre o stai pensando seriamente di avviare un’agenzia.

In ogni caso, abbiamo pensato di condividere con tutti i vantaggi di diventare un professionista delle pompe funebri. Naturalmente, si tratta di un elenco parziale che non vuole avere alcuna pretesa di essere esaustivo ma… siamo certi che chi già opera in questo settore si riconoscerà in qualcuno dei benefici sotto indicati.

Per coloro che invece non sono ancora agenti funebri, speriamo che questi brevi spunti possano ispirarti ad avvicinarti con maggiore consapevolezza e dedizione a una professione speciale e unica.

Ecco dunque 8 motivi per cui diventare un professionista delle pompe funebri potrebbe essere la scelta migliore.

Aiuti le persone

Chiunque faccia con serietà e onestà il mestiere di agente funebre sta indubbiamente ponendo sé stessa al servizio delle persone e ci sono ben pochi dubbi sulla veridicità di tale affermazione. D’altronde, chi si rivolge ad un agente funebre è una persona che ha generalmente grandi difficoltà emotive e vuole avere una qualificata mano d’aiuto per gestire un momento molto delicato della propria vita e di quella dei propri cari.

Grazie alla sua professionalità l’agente funebre potrà dunque aiutare le persone in questo momento così complesso e avrà la rara opportunità di sperimentare ogni giorno una profonda vulnerabilità. Assistere le persone nel momento più arduo e critico permette infatti all’agente funebre di vedere il lato più tenero e dolce delle persone, qualcosa che di norma solamente i terapeuti o i genitori possono scorgere.

Ebbene, l’agente immobiliare può sperimentare questa sensazione ogni giorno.

Sfrutti il piacere dell’imprevedibilità

Ogni giorno l’agente immobiliare si trova ad affrontare una situazione sempre nuova e diversa, posto dinanzi a sfide inattese. Insomma, non c’è nulla di prevedibile o facile in questo lavoro, e se questo potrebbe spaventare molte persone che invece amano la prevedibilità, potrebbe invece rendere straordinariamente orgogliosi altri professionisti che non vedono l’ora di mettersi al lavoro per dimostrare a sé stessi e agli altri di essere dei supereroi che nessuno può fermare.

Insomma, se ricevere una chiamata d’emergenza alle 6 del mattino, correre a fare un servizio funebre, saltare la colazione e il pranzo, correre a una riunione per le ultime disposizioni e parlare con i fioristi per tutto il pomeriggio non ti spaventa, allora il ruolo di agente funebre potrebbe essere quello che fa al caso tuo.

Non ti annoierai mai!

Un grande beneficio della professione di agente immobiliare, strettamente legato a quanto sopra, è il fatto che a differenza del monotono lavoro d’ufficio, dovrai svolgere tantissimi compiti diversi durante tutto il giorno e, spesso, senza che ci sia un lungo preavviso. In ogni caso, non c’è di che preoccuparsi: il fatto che non si correrà mai il rischio di annoiarsi è un vantaggio che non può certamente essere sottovalutato!

Sarai in prima linea nell’influenzare i cambiamenti

Il mondo cambia e, cambiando, muta anche il modo in cui pensiamo e trattiamo la morte. Basti considerare, ad esempio, a come erano intesi i funerali diversi decenni fa, e quanto oggi tale momento sia gestibile con maggiore personalizzazione.

Come agente immobiliare anche tu potrai dare forma a questa esperienza educando gli altri. Potrai anche decidere di creare da solo qualcosa di nuovo, ispirando gli altri operatori  del settore.

Farai un lavoro molto gratificante

Il lavoro dell’agente funebre è un mestiere molto gratificante e non ci riferiamo solamente alla retribuzione che potrai ottenere da un’agenzia affermata, bensì al fatto che la principale ricompensa è quella legata alla possibilità di trasferire un reale servizio ad alto valore aggiunto a una persona in difficoltà. Il servizio funebre ti permetterà di manifestare un’utilità enorme nei confronti degli altri: qualcosa che non può certamente essere quantificata e che finirà per arricchire la tua vita, giorno dopo giorno.

Fai conoscenze straordinarie

Le giornate dell’agente funebre non sono sempre semplici e, come abbiamo già rammentato in più di un’occasione nelle scorse righe, spesso ti troverai dinanzi alla necessità  di destreggiarti tra imprevisti e sorprese più o meno bene accette.

Tuttavia, anche se ci sono giornate storte, facendo questo lavoro incontrerai diverse persone che ti restituiranno certamente la completa fiducia nell’umanità e ti aiuteranno a ricordare quanto sia straordinario fare questo lavoro.

Sperimenti il dono di affrontare la mortalità

Facendo il lavoro dell’agente funebre noterai che, anche quando non ne hai l’espressa intenzione, questo mestiere ti allenerà a comprendere la bellezza della vita. Ricordandoti costantemente dell’esistenza della morte, inizierai presto a chiederti come trascorrere questa vita così preziosa nel migliore dei modi.

Impari l’arte della gratitudine

Fare l’agente funebre ti metterà nelle condizioni di essere in prima linea con esperienze a volte molto intense, con grandi dolori e perdite quotidiane. Proprio in questi frangenti inizierai a coltivare la gratitudine per la vita e a considerare che – forse – non te la passi poi così male.

Lascia un commento