Agenzie funebri, come affrontare il 2023 con strategie vincenti

Il 2023 è arrivato da qualche settimana e, con esso, i cambiamenti e le innovazioni che ogni anno porta in dote. Molti di noi hanno notato enormi cambiamenti nella professione funebre negli ultimi anni, soprattutto dopo la pandemia, ed è lecito immaginare che quest’anno non farà eccezione, apportando altre novità alle proprie abitudini.

Ma quali sono le grandi tendenze che stanno emergendo nel 2023 e che saranno difficili da ignorare?

Nelle prossime righe abbiamo cercato di riassumerle, comprendendo per quali motivi potrebbero rappresentare non certo qualcosa di cui avere paura, ma delle grandi opportunità per portare la propria agenzia su un nuovo livello di efficienza.

La sostenibilità

Quel che è sempre più evidente è che i consumatori preferiscono rapportarsi con le aziende che possono vantare le giuste credenziali ambientali e sociali. Considerato che questo vale per tutti i settori, non stupisce che valga anche per le agenzie funebri, e che quelle che danno priorità a fattori come l’impatto ecologico e la sostenibilità potranno vantare un maggiore successo sul mercato.

Ma come sfruttare questa tendenza?

Per comprenderlo ci si può innanzitutto concentrare sull’evidenza che un crescente numero di italiani sta prendendo in considerazione di abbassare il proprio impatto ambientale anche nel momento del funerale, optando per idee di sepoltura verde. Dunque, collaborare con progetti e operatori sostenibili che possano aiutare la propria impresa funebre ad attrarre coloro che desiderano un funerale ecologico è certamente il primo passo da fare per presidiare un mercato che crescerà sicuramente nei prossimi anni.

L’esperienza cliente

Anche nel settore delle agenzie funebri i consumatori daranno sempre maggiore valore all’esperienza complessivamente conseguita, piuttosto che a singoli aspetti del prodotto o del servizio ricevuto.

Insomma, quanto basta per ricordare che l’agenzia funebre dovrebbe concentrarsi per creare un valore distintivo da trasferire ai propri clienti, considerato che – anche per i funerali – le famiglie intendono spendere solamente per qualcosa in cui vedono un valore, preferendo così le agenzie che ritengono essere meritevoli di maggiore attenzione in tal senso.

Evidentemente, l’intuizione di fornire una migliore esperienza al cliente comporta per le agenzie funebri la necessità di sperimentare nuovi percorsi di servizio nei confronti degli utenti, come ad esempio la predisposizione di proposte per rituali non tradizionali e non religiosi.

Un’altra strada per migliorare l’esperienza del cliente è quella di offrire valore anche dopo il funerale, attraverso offerte di supporto per il lutto. E naturalmente, ultima ma non meno importante, la personalizzazione del funerale, un’ottima strada da esplorare.

L’importanza dei video

I video giocano oramai un ruolo fondamentale nella vita dei consumatori. Non solo i consumatori guardano in streaming più video che mai, ma, anno dopo anno, si è compreso come la maggior parte dei brand li consideri il tipo di contenuto di marketing più efficace. Ma tutto ciò può riguardare anche le agenzie funebri?

Naturalmente, si. Le agenzie funebri, così come la generalità delle imprese, non dovrebbero avere timore di mostrarsi al proprio pubblico sui social media? Si ricorda, infatti, che anche nel settore delle onoranze funebri le famiglie dei clienti desiderano sapere chi siete, entrare in contatto con voi, con la vostra storia e con i retroscena della vostra vita nell’impresa funebre.

La buona notizia è che le persone desiderano video di breve durata su tutte le piattaforme sociali, quindi non è necessario creare qualcosa di spettacolarmente complesso o assumere un professionista. Cercate di fare le cose semplici e iniziate con piccoli passi: i buoni risultati non tarderanno certamente ad arrivare.

Il crowdfunding

Soffermiamoci su tre statistiche. Una stima suggerisce che più del 50% delle campagne raggiungono con successo i loro obiettivi iniziali. Un’altra che il 78% genera fondi sufficienti per superare i loro obiettivi. La terza è che gli esperti prevedono che il mercato del venture capital crowdfunding raggiungerà quasi 43 miliardi di dollari entro il 2028.

Come sfruttare questa tendenza nel settore delle onoranze funebri? Un’opportunità per alimentare quella che sarebbe una nicchia di mercato da conquistare è quella di creare campagne di crowdfunding per conto dei clienti, aggiungendo così molto valore al proprio servizio e dimostrando che si ha veramente a cuore le famiglie in un momento in cui la stabilità finanziaria non è sempre presente.

La positività dinanzi alla morte

I Millennials sono una generazione sempre più pronta ad affrontare il tema della morte con la giusta consapevolezza e positività. Dunque, l’agenzia funebre potrebbe farsi artefice di questo approccio, creando momenti di rituale del lutto, Death Café e, naturalmente, funerali sostenibili. Le idee in questo senso non mancano di certo!

Lascia un commento