10 errori che si fanno quando si parla di funerali e di morte

Quando si parla di funerali e di morte, la maggior parte delle persone manifesta una discreta impreparazione su cosa sia giusto dire su tali argomenti.

Di conseguenza, si commettono frequentemente errori e gaffe, sia che si tratti di parlare a una famiglia in lutto, che a un professionista del settore funebre (il quale, tuttavia, ben comprenderà la situazione!).

Proprio per questo motivo abbiamo cercato di riassumere 10 errori che si fanno quando si parla di funerali e di morte: scopriamoli insieme!

Errore n. 1: non pensare al dopo

In primo luogo, la morte fa parte della vita e… riguarda tutti noi, che ci piaccia o meno. Pertanto, per quanto non possa essere considerata tra le attività più divertenti, è bene pianificare in anticipo che cosa si vuole che accada quando non ci saremo più, scrivendo le proprie volontà. In questo modo si risparmierà un po’ di problemi a chi verrà dopo di noi.

Errore n. 2: non indicare chi si occuperà delle cose in sospeso

Proprio in virtù della necessità di gestire meglio il momento del proprio trapasso, sarebbe opportuno individuare prontamente una persona che possa occuparsi delle cose che si lasceranno in sospeso, anche solo da un punto di vista relazionale ed emotivo, oltre che patrimoniale.

Errore n. 3: ricorrere a dichiarazioni di solidarietà stereotipate

Fin qui, alcuni errori che si fanno su sé stessi. Ma c’è un grave errore che spesso si commette quando si esprime il proprio sentimento a chi ha subito una perdita: usare dichiarazioni di solidarietà stereotipate invece di essere genuini quando si verifica una perdita.

Errore n. 4: pensare che solo perché si è giovani non significa che si è immuni alla morte

Forse non si è biologicamente sull’orlo della fine, ma è sicuramente meglio vivere come se lo fossimo, piuttosto che ignorare del tutto la morte. Molte culture passano tutta la vita a prepararsi alla propria morte (i tibetani e gli egiziani, per esempio). Iniziare a pensarci fin dalla giovane età può aiutare a vivere meglio gli anni successivi.

Errore n. 5: trascurare i servizi funebri perché non se ne comprende il valore

Il momento in cui si deve ricorrere ai servizi funebri può sembrare una seccatura indispensabile e si può essere portati a pensare che un’agenzia valga l’altra. Niente di più sbagliato. Se possibile, verificare anticipatamente la bontà del servizio di un’agenzia sarà molto utile nel momento in cui servirà, davvero, individuare quella a cui affidare le sorti del proprio caro estinto.

Errore n. 6: assumere un impresario di pompe funebri che non ha in mente le proprie esigenze

L’errore conseguente a quello precedente è quello di scegliere degli impresari funebri che non hanno a cuore le proprie esigenze. Ancora una volta, riflettiamo quanto sia importante la scelta del servizio funebre per vivere questo delicatissimo momento nel migliore dei modi. Val dunque la pena individuare tempestivamente una buona agenzia alla quale riferirsi, domandando ai propri contatti più fidati e leggendo le recensioni qui su Lastello.

Errore n. 7: cercare di dire a qualcuno che ha appena perso una persona cara che si trova in un posto migliore

Quando una persona è in lutto, poche parole riusciranno a consolarlo. Sicuramente, tra di esse non c’è la dichiarazione che oggi la persona scomparsa si trova in un luogo migliore…

Errore n. 8: essere insensibili all’ambiente circostante

Quando si è in un funerale o, comunque, quando si sta esprimendo a una persona il proprio rammarico per la perdita, è bene adottare un comportamento sobrio e sommesso. Risate, battute, selfie e altri atteggiamenti potrebbero essere fortemente offensivi.

Errore n. 9: lasciare la suoneria del telefono accesa durante la cerimonia

Conosciamo tutti fin troppo bene questo momento imbarazzante: non essere quel tipo di persona permetterà di non rimanere impressi come un maleducato dinanzi a tutti i presenti.

Errore n. 10: non utilizzare Lastello!

Ok, forse ci stiamo allargando un po’ ma… perché non utilizzare il nostro servizio gratuito per trovare la migliore agenzia funebre che faccia al caso proprio?

Lascia un commento