Come saranno i cimiteri del futuro?

Con il passare degli anni, i tempi in cui il cimitero locale era uno dei principali fulcri della comunità sono definitivamente tramontati. Le persone oggi sono mediamente molto meno propense a considerare il cimitero come luogo di conforto e di memoria, tanto che non è escluso che in futuro i cimiteri possano diventare “obsoleti”.

Purtroppo, le condizioni in cui vertono molti cimiteri italiani sembrano confermarlo: le strutture sono sempre più trascurate e sempre meno oggetto di investimenti, e spesso sono le stesse persone che dovrebbero fruirne, nelle memorie dei propri cari, a ridurre il numero delle visite e abbassare il livello di cura delle tombe dei parenti defunti.

Tuttavia, non è escluso che, come molti aspetti della nostra vita, in futuro anche i cimiteri possano cambiare, tramutandosi in qualcosa di “diverso”. Ma come?

Capire le cause del declino del cimitero

Per capire in che modo potranno evolversi i cimiteri del futuro, bisogna innanzitutto ragionare sui motivi che stanno determinando il declino cimiteriale. Con così meno persone che includono la tradizionale sepoltura nei loro piani di fine vita, è opportuno infatti condividere alcune riflessioni su quel che si può fare per invertire tale tendenza.

Ecco dunque alcune delle principali determinanti che potrebbero essere sottostanti il declino dei cimiteri.

Le persone sono sempre più distratte

Sappiamo tutti molto bene che al giorno d’oggi c’è molto da fare e, probabilmente, c’è tanto da fare in più rispetto a quanto non si facesse qualche decennio fa.

Un paio di generazioni or sono, gli esseri umani non avevamo così tanti input. Oggi le informazioni ci arrivano da tutte le direzioni, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Il sovraccarico di informazioni fa sì che la nostra attenzione salti da una cosa all’altra.

Dunque, se anni fa, visitare il cimitero locale per rendere omaggio a una persona cara era un’attività comune, da svolgere con la dovuta calma e con il necessario raccoglimento, rendendo questo evento come parte integrante delle proprie abitudini periodiche, oggi non è più così.

Le persone hanno altre opzioni

Molti anni fa, quando qualcuno moriva, era scontato che venisse sepolto nel cimitero locale. E che la famiglia e gli amici si riunissero lì per commemorarlo.

Oggi però non è più così scontato: un numero crescente di persone opta infatti per la cremazione e sono disponibili numerose alternative alla sepoltura nel cimitero, da quelle già in uso a quelle che potrebbero prendere piede un domani, come l’ottenimento di pietre preziose ricavate dalle ceneri cremate.

Ci sono altri modi per “connettersi” ai defunti

Il cimitero non è più l’unico luogo in cui le persone si riuniscono quando muore qualcuno. E non è nemmeno il luogo di ritrovo principale di una comunità.

Se quanto sopra è vero, che cosa si può fare per cambiare le cose e far sì che le sorti del cimitero non siano necessariamente quelle di un declino?

Come far recuperare al cimitero il posto centrale nella comunità

In questo contesto chi gestisce un cimitero ha il suo bel da fare, al netto del fatto che si tratta quasi sempre di strutture comunali che devono fare i conti con ristrettezze di budget.

Ma che cosa si può fare per ricordare alle persone che un cimitero può aggiungere valore alla loro vita.

Con un po’ di creatività, è possibile riconsiderare il posizionamento del cimitero come parte importante e rilevante della propria comunità.

Proviamo a condividere insieme alcune idee che i cimiteri potrebbero utilizzare in futuro per stimolare nuovamente il loro ruolo centrale.

Organizzare eventi

I cimiteri possono essere il luogo ideale per ospitare incontri ed eventi a tema. Gli eventi organizzati nel giorno della memoria sono un’abitudine, ma in realtà è possibile organizzarne altri, anche non necessariamente per un tema legato alla morte. È ad esempio possibile ipotizzare un evento di pulizia delle aree verdi del cimitero.

Offrire visite guidate anche notturne

Alcuni cimiteri organizzano delle visite per il pubblico, permettendo loro di comprendere quali siano le bellezze architettoniche presenti al proprio interno. Quasi nessuno lo fa di notte: eppure, una visita a un mausoleo illuminato e sentieri illuminati costituiranno un momento di profondissima vicinanza al contesto cimiteriale.

Prevedere il restauro dei monumenti

In molti cimiteri ci sono strutture molto antiche che hanno bisogno di essere restaurate. È dunque possibile organizzare un workshop per i volontari che vogliono aiutare gli esperti in questo compito. Si tratta di un ottimo modo per dare la possibilità alle persone di contribuire all’abbellimento del cimitero locale e di imparare una nuova abilità. Attività di questo tipo possono essere particolarmente arricchenti per i più giovani, che hanno bisogno di esperienze pratiche che li mettano in contatto con la storia locale.

E voi che ne pensate? Quali iniziative ritenete che possano essere utili per rinvigorire le sorti del cimitero?

Lascia un commento