Camera ardente: cos’è e perché si chiama così

Quando una persona cara viene a mancare, una delle prime cose che vengono realizzate è la predisposizione di una camera ardente. Ma che cos’è esattamente la camera ardente? E perché si chiama così?

Cos’è la camera ardente

La camera ardente è un locale in cui, dopo la vestizione e fino al funerale, viene esposta la salma del defunto in modo tale che parenti e amici possano fargli visita per l’ultima volta. È nella camera ardente che – se il rito funebre lo prevede – viene organizzata la veglia.

Non tutti sanno che la camera ardente si chiama così perché in passato veniva illuminata dai fuochi di numerose fiaccole che venivano spente e rimosse solamente quando la salma veniva portata in cimitero.

Dove viene realizzata la camera ardente

La camera ardente è realizzata in casa o in apposite stanze che vengono messe a disposizione dall’ospedale. La scelta è quasi sempre dettata dal luogo in cui avviene il decesso: se questo evento accade all’interno di una struttura ospedaliera, di norma ci si attiene ai locali che sono predisposti in una parte della stessa struttura. Niente vieta tuttavia di organizzare la camera ardente altrove, soprattutto in un luogo che era particolarmente caro al defunto, e in cui si desidera in tal modo rammentarlo.

In ogni caso, è utile che al camera ardente sia sufficientemente ampia e spaziosa, considerato che potrebbe dover assistere all’arrivo contemporaneo di un cospicuo numero di persone.

Chi allestisce la camera ardente

L’allestimento della camera ardente rientra di solito tra i compiti del personale dell’agenzia funebre alla quale ci si rivolge per l’organizzazione del funerale.

È pertanto l’agenzia delle onoranze funebri che si occuperà di sistemare i paraventi per creare un ambiente più riservato (o per nascondere il resto dell’arredamento della stanza), sistemare il supporto per la bara e collocare fioriere, luci e altri elementi d’arredo che possano essere utili per creare un’atmosfera adatta alla situazione.

Camera ardente: differenze con camera mortuaria

La camera ardente è spesso erroneamente confusa con la camera mortuaria che, invece, indica il luogo in cui viene ospitata la salma del defunto prima che venga eseguita l’identificazione o l’autopsia, o ancora il luogo in cui sono conservate le bare prima del seppellimento.

Di qui l’evidente differenza del ruolo e delle funzioni delle camere ardenti rispetto alle camere mortuarie, spesso situate all’interno degli ospedali o dei cimiteri.

L’organizzazione della camera ardente

Come abbiamo già anticipato nelle righe che precedono, l’organizzazione della camera ardente è spesso parte integrante del preventivo di un servizio funebre da parte delle agenzie specializzate nella fornitura di queste proposte alla propria clientela.

A tal fine, consigliamo tutti i nostri lettori interessati a comprendere in che modo si possano ottenere dei servizi dedicati sulla camera ardente a richiedere un preventivo attraverso il nostro comparatore, entrando così in contatto con le migliori agenzie sul proprio territorio, a cui domandare un servizio personalizzato che comprenda anche la predisposizione e la gestione della camera ardente, in linea con i desideri del caro defunto o dei familiari.

 

 

Leave a Comment