Metabolizzare il dolore del lutto

Diversi modi per poter metabolizzare il dolore del lutto

La metabolizzazione del dolore determinato dal lutto di una persona casa è sicuramente una delle prove più difficile che la vita pone davanti a ogni uomo e a ogni donna. Sappiamo bene che accettare la scomparsa di una persona che amiamo e sulla quale “contavamo” non è affatto semplice, e sappiamo altresì che la metabolizzazione di quanto accaduto, e di quel che sarà, è un compito estremamente delicato e “unico”, non potendo essere paragonato con l’esperienza di ogni altra persona.

Risulta infatti evidente che ognuno di noi può avere un modo differente per poter reagire dinanzi alla morte di una persona cara. E risulta altresì evidente che i “sistemi” per poter metabolizzare il dolore del lutto andranno attentamente declinati: nonostante ciò, è comunque possibile tracciare qualche buona linea di condotta e di comportamento quotidiano in grado di essere d’aiuto prevalente a tutte le persone che si trovano a dover accettare questo profondo cambiamento nella loro vita.

 

Prendersi del tempo

Il primo tassello che vi consigliamo di applicare al mosaico della vostra emotività è quello di prendersi tutto il tempo utile per poter superare il lutto. Nel far ciò, non mettetevi delle “scadenze” e non fate paragoni con gli altri: ognuno ha bisogno del suo tempo per potersi abituare all’idea che quella persona non ci sia più.

 

Accettare il lutto

Metabolizzare il lutto significa innanzitutto accettarlo. Evitate pertanto di rifiutare il pensiero della scomparsa della persona amata, o di “non pensarci”: è invece bene affrontare il dolore della perdita ritenendo tale sofferenza parte integrante della vostra vita e dei vostri approcci emotivi. Si tratta pertanto di un processo del tutto normale, che andrete a superare gradualmente.

 

Non reprimete i sentimenti

Nel ricordare quanto appena evidenziato, abbiate cura di esprimere i vostri sentimenti: reprimerli è infatti il modo più rapido per potervi condurre in una spirale di maggiore e più duratura sofferenza. Confidatevi con le persone care, parlando di quello che è successo e delle emozioni che provate: vi aiuteranno ad accettare che la persona amata non c’è più. Nel condividere i vostri sentimenti, non fatelo con rimorsi e frustrazioni, poiché tali sensi di colpa peggioreranno il vostro dolore.

 

Continuate a vivere

Probabilmente, se avete già affrontato un grave lutto, ve lo sarete sentiti ripetere tante volte: la vita continua, e val la pena riprenderla in mano il prima possibile anche nel rispetto di chi non c’è più. Ebbene, per quanto possa sembrare una regola  banale e abusata, è realmente così: pensate pertanto che la persona amata vorrebbe vedervi felici, nonostante la sua assenza e, sulla base di ciò, cercate di tenervi occupati con attività che vi piacciono, che già eravate abituati a far prima, o che magari volete sperimentare ora, alla ricerca di nuove sensazioni.

 

Prendetevi cura di voi

Infine, ricordate di prendervi sempre cura di voi e non trascurare voi stessi e le persone care che sono rimaste in vita. Una opportuna igiene, una corretta alimentazione, l’esercizio di una costante attività fisica e la condotta di ogni buona abitudine in grado di migliorare la qualità della vostra vita vi aiuteranno a metabolizzare meglio il lutto.

Lastello.it è il primo comparatore di agenzie funebri italiane

Segnalati da

Rds 8374773c113a7cca0abc41af078cd7a2af7b0d63e691cc59fad44f42e5769ecc
Ansa f670e1b775d191c3bd0d2cc5b15eaa59a2ef1dc17b7b49fe79082b32bec22526
Larepubblica 07ab39612063da1af69157c54a79e00e6d6bc47d682588da14ecfd1e587cdf95
Gq 17888512efc070977aff5269eed03ed2112279f1b58cccb9a9f6966bee3ca751
Ilsole24 4db16973ea4e4a343e489b9d5238654bda9e647a648e01e0a56d318c017d2511
Logo1 84e28afeab4c576f1ccf3d7bcd2de9b53041746b24b020fc46609074a2908e3a